SVILUPPO E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE: LE PRIORITÀ DI ABSTRACT

Journal

SVILUPPO E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE: LE PRIORITÀ DI ABSTRACT

Il new normal richiede competenze nuove.
Set 27, 2021
5 min

In pochi mesi, complice la pandemia, abbiamo assistito a un generale e rapido invecchiamento delle conoscenze, sia a livello accademico sia in ambito lavorativo, che ha creato un significativo gap tra le esigenze di mercato e la capacità di risposta delle imprese. Il modello lavorativo è radicalmente cambiato e le aziende sono chiamate a mettere in campo nuove strategie per avviare i percorsi di recruitment, agevolando lo sviluppo di un buon ambiente interno e mettendo i collaboratori in condizione di acquisire le competenze necessarie per affrontare i cambiamenti imposti dalla cosiddetta ‘nuova normalità’. A partire dall’accelerazione impressa ai percorsi di digitalizzazione.

La trasformazione digitale è ormai pervasiva all’interno delle organizzazioni e sta rivoluzionando anche il comparto delle Risorse Umane. Lo sa bene Abstract, società nata 25 anni fa come studio associato di consulenza direzionale e oggi partner affermato nel mondo dell’Information Technology al servizio dell’innovazione di aziende leader di mercato. Sin dalla fondazione, Abstract ha fatto del valore delle proprie persone e dell’etica del lavoro elementi sostanziali del suo agire. Oggi la funzione HR assume per la società un ruolo ancora più rilevante, proprio in considerazione dell’inarrestabile processo di digitalizzazione a cui è soggetta l’intera funzione, dal coordinamento delle persone alla selezione dei nuovi talenti fino alla gestione della vita in azienda.

“Vogliamo adeguare i nostri modelli ai nuovi tempi, per tutte le fasi del processo di selezione e nel rapporto dell’azienda con i nostri dipendenti. E vogliamo che tutti i colleghi possano lavorare nella migliore delle condizioni possibili, operando sempre in team. All’interno del gruppo di lavoro la prima regola è il rispetto reciproco e subito dopo arriva la condivisione degli obiettivi e del proprio sapere”, sottolinea Laura Sandoli, HR Manager di Abstract. Il clima sereno all’interno del team si riflette in una forte attenzione nei confronti del cliente, a cui è associato anche un solido senso del servizio. Valori, rispetto, professionalità, etica del lavoro e condivisione degli obiettivi cliente sono le parole d’ordine in casa Abstract. “I nostri clienti si sentono rassicurati sapendo che la realizzazione delle componenti informatiche dei loro processi di business non è semplicemente in mani esperte, ma è affidata a professionisti di valore”.

SVILUPPARE SKILLS E COMPETENZE CRITICHE

Alcune ricerche di mercato hanno confermato come, negli ultimi mesi, in cima alle priorità dei Direttori HR ci sia lo sviluppo di skills e di competenze critiche tra i propri collaboratori, seguite poi dalla progettazione organizzativa, dalla gestione del cambiamento e soprattutto dall’obiettivo di migliorare l’esperienza dei propri dipendenti. Abstract non fa eccezione. Come altre imprese del settore, sta cercando di anticipare i cambiamenti e di rimettere in moto il circuito della conoscenza, spingendosi sin quasi ad anticipare gli sviluppi tecnologici.

L’obiettivo è “ricostruire” intere professionalità che, con lo sviluppo della digitalizzazione, rischierebbero di ridursi o addirittura scomparire. L’innovazione, insomma, va gestita. E per farlo occorrono professionalità in grado di comprenderla e valorizzarla. Abstract ha scelto, quindi, di puntare sull’acquisizione di nuove skills. L’azienda da anni sta crescendo, sia in termini di addetti sia in numero di linee di business, e ha già ottenuto grossi risultati.

Alla base di questo successo, c’è la scelta di sviluppare le competenze interne, formando i propri collaboratori, e di acquisirne di altre all’esterno, assumendo specialisti con diversi livelli di seniority e diversi ambiti di conoscenza. “La ricerca di professionisti è un lavoro costante, scrupoloso e attento, a cui ci dedichiamo ogni giorno per garantire ai team il giusto mix di competenze e il corretto dimensionamento”, prosegue Sandoli. “Il processo di assunzione non si è mai arrestato: nel 2020 sono stati assunti 84 nuovi dipendenti e nel primo semestre del 2021 possiamo confermare che sono già entrate in azienda 86 nuovi consulenti”.

INVESTIRE SULLA CRESCITA PERSONALE

In Abstract l’attenzione riservata alla crescita individuale dei dipendenti è massima. Ciascun dipendente dispone di un coach, identificato come Career Manager, che affianca la persona nell’individuare il percorso di crescita professionale, fissa gli obiettivi da raggiungere e fornisce i mezzi necessari. Ogni anno il percorso realizzato viene premiato con un bonus. A ciò si aggiungono piani di formazione differenziati, come quelli per i neo-assunti, o di specializzazione o aggiornamento per chi è in azienda già da tempo.

I giovani restano una risorsa fondamentale per Abstract. Da anni l’azienda inserisce giovani colleghi alla prima esperienza lavorativa, di regola affidandosi allo strumento delle Academy per garantire un primo approccio consapevole e meno traumatico al mondo del lavoro. Dopo un periodo di formazione, i giovani assunti vengono affiancati a colleghi senior, che li accompagneranno nel percorso di crescita professionale. Un’occasione per portare idee fresche e nuovi punti di osservazione, ma anche per far maturare ulteriormente chi è già inserito in azienda.

Anche Abstract ha dovuto riadattare il modo di lavorare alle nuove condizioni imposte dall’emergenza sanitaria. Fin dal primo momento è stata data massima priorità alla sicurezza di dipendenti e di collaboratori, facendo in modo che tutti potessero lavorare in condizioni ottimali anche dalla propria abitazione. “Non abbiamo imposto limiti alla mobilità delle persone”, sottolinea Sandoli. “Abbiamo lavorato, invece, per garantire a tutti la connettività e abbiamo favorito ogni iniziativa che potesse aiutare a mantenerci uniti, sebbene virtualmente, facendo tutti del nostro meglio per evitare di disperderci. La tecnologia, in questo, ci è stata di grande aiuto, anche se incontrarsi di persona rimane tra i desideri più sentiti e condivisi”.

RIPARTIRE DALLA SOCIALITÀ

Da metà settembre, l’azienda è tornata lavorare parzialmente in presenza, consapevole dei benefici della condivisione diretta. Una professione che si svolge in team necessita, per definizione, di momenti di socialità e di condivisione che non possono essere sempre demandati alla tecnologia. Molti dipendenti di Abstract sono felici di ritornare in ufficio: anche per rispondere a questo bisogno, l’azienda si è già organizzata da qualche mese per consentire di tornare ad incontrarsi di persona in azienda.

Negli scorsi mesi è stato, infatti, organizzato un sistema di prenotazione degli spazi per la sede di Milano – la più grande e, di conseguenza, anche quella che consente una migliore organizzazione degli ambienti – dando modo a chi lo desiderava di recarsi in ufficio in totale sicurezza. Abstract da metà settembre ha dunque organizzato un rientro graduale, adottando una soluzione ibrida che alterni lavoro in presenza e lavoro da remoto e che dia priorità alla sicurezza negli spazi aziendali.

“Continueremo a implementare nuove iniziative di comunicazione interna e di allineamento tra i nostri dipendenti, per poter gestire i collaboratori anche a distanza”, conclude Sandoli. “Manteniamo il focus sull’equilibrio tra lavoro e vita privata, sull’attenzione alle persone e sulla creazione di un ambiente di lavoro che favorisca lo sviluppo e l’interazione personale quale fondamentale momento di crescita”.

Per ulteriori informazioni consultare www.abstract.it