L’adozione progressiva dei moduli di Odoo può rappresentare il modo migliore di recuperare efficienza e introdurre un nuovo ERP in azienda.

Scopri come aumentare l’efficienza e ridurre i costi IT introducendo Odoo in azienda.

L’adozione progressiva dei moduli di Odoo può rappresentare il modo migliore di recuperare efficienza e introdurre un nuovo ERP in azienda.

Come mai un’azienda che nel 2010 aveva 45 dipendenti e lavorava 4500 ordini al giorno, nel 2015 ha 90 dipendenti e lavora solo 5000 ordini al giorno?

La spiegazione può essere quella descritta nelle slide: nel corso del tempo per coprire le diverse esigenze sono stati introdotti molti strumenti diversi, che tra loro vanno raccordati, integrati, fatti parlare. Tutto questo “chiacchiericcio” è un costo per l’azienda, che si trova a lavorare ingessata dai numerosi tool.

tools

Come se non bastasse, i costi IT di questa infrastruttura di servizi sono molto elevati.

La svolta nel caso presentato nasce con la richiesta di gestire meglio il personale, uno dei tanti punti in cui si può innescare l’adozione progressiva di Odoo: il modulo HR permette di pubblicare le offerte di lavoro sul sito, raccogliere i CV dei candidati, validare i candidati integrando i dati con il resto delle applicazioni HR.

Il sistema è talmente fluido e soddisfacente, che il reparto IT inizia ad attivare gradualmente i vari moduli Odoo per sostituire le vecchie applicazioni verticali e isolate: vendite, produzione, business intelligence, gestione progetti, fino ad arrivare alla contabilità.

Finalmente il sistema è coerente e omogeneo, i costi IT si sono ridotti e i dipendenti non devono più rincorrere i dati sui tanti diversi strumenti, come facevano prima.

Inoltre, il sistema Odoo cresce con le esigenze della propria azienda, sono infatti centinaia i moduli attivabili, sempre mantenendo la visibilità e il controllo di tutti i processi aziendali.

Ti riconosci in questa situazione?

Non esitare a contattarci, capiremo insieme da quale parte iniziale la tua migrazione ad Odoo!

Share this on

Share |

On same topics

Commenti

comments powered by Disqus