linkcheck - per una migliore pulizia e indicizzazione del proprio sito

Panoramica su collective.linkcheck, un prodotto Plone per monitorare lo stato dei collegamenti del nostro portale

Tutti sanno quanto sia importante avere dei link validi all'interno del proprio sito. Non solo é importante per fornire una migliore navigazione ai propri utenti, senza dover incappare in link 'rotti' che non portano da nessuna parte, ma lo é ancora di piú per quanto riguardo il SEO (Search Engine Optimization).

Chi si intende di SEO, infatti, sa bene quanto possa essere controproducente per il ranking delle proprie pagine avere dei link non validi.

Se il vostro sito é un portale Plone state tranquilli: ci sono due ottimi strumenti per monitorare lo stato dei link.

Il primo, gocept.linkchecker é giá stato descritto da Maurizio in questo ottimo post, per questo mi limiteró ad un semplice confronto con il secondo.

Il secondo, collective.linkcheck é un altro modulo aggiuntivo che permette di tenere sotto controllo lo stato dei collegamenti nel nostro sito a livello globale.

collective.linkcheck

Innanzi tutto collective.linkcheck semplifica molto il setup perché a differenza di gocept.linkchecker non ha bisogno di un servizio esterno al nostro Plone per raccogliere i dati. Ecco un estratto dalla documentazione di c.linkcheck:

gocept.linkchecker which relies on a separate process written in the Grok framework to perform external link-checking. It communicates with Plone via XML-RPC.

Inoltre

This product demands significantly more resources (both CPU and memory) because it publishes all internal links at a regular interval.

che tradotto molto semplicemente, significa che ha un impatto maggiore sulle risorse della macchina. (Va fatto comunque notare che c.linkcheck necessita di un ambiente ZEO).

Uso e configurazione

Un'altra differenza fondamentale, questa volta a sfavore di c.linkcheck, é che il monitoraggio dei link avviene solo a livello globale. Se nel nostro portale avessimo piú di un redattore/revisore non potremmo mostrare loro alcun menu contestuale contenente riferimenti ai soli documenti sui quali possono effettuare modifiche.

Per visualizzare il report sullo stato dei link dobbiamo quindi passare da pannello di controllo. Cliccando su 'Link validity' (non c'é ancora una traduzione italiana) ci si presenta la pagina del report

linkcheck-report-1.png

Il report contiene gli ultimi 20 URL considerati non validi. Ogni riga rappresenta un link, il suo stato e la sua 'etá'. Cliccando sul piccolo '+' é possibile vedere le pagine che fanno riferimento al singolo link invalido

linkcheck-report-2.png

Da qui é anche possibile forzare il controllo dei singoli link cliccando sul rispettivo link "Enqueue". (Possiamo notare che anche nella pagina predefinita di un  Plone base ci sono dei link non validi :) )

Passando al tab 'Settings' é possibile configurare diversi paramentri per la creazione del report

linkcheck-settings.png

Conclusioni

collective.linkcheck pare un ottimo prodotto per il nostro scopo, per quanto riguarda la semplicitá di setup e utilizzo e soprattutto - ma su questo non abbiamo dati diretti - per quanto riguarda le risorse macchina utilizzate.

Nel complesso peró ci pare meno completo di gocept.linkchecker soprattutto perché non offre la possibilitá di delegare il controllo e la correzione dei contenuti ai singoli reviewer. Inoltre, l'avere un servizio esterno, consente di servire più istanze plone contemporaneamente senza dover configurare e gestire il tutto da ogni singola istanza.

Share this on

Share |

On same topics

Commenti

comments powered by Disqus