Il mio EuroPython 2012

La conferenza europea di Python ha ospitato centinaia di presenze, offrendo molti incontri interessanti e stimolanti.

Abstract è un'azienda a forte trazione tecnologica: l'adozione di software open source è nella nostra ragione d'essere, e da lunghi anni Python è il nostro strumento fidato e fondamentale per poter fornire valore ai nostri clienti.

EuroPython è un'occasione imperdibile, tanto più quando viene organizzato a Firenze dai volontari dell'associazione Python italiana, ormai da anni bravissimi ad azzeccare tutto quello di cui c'è bisogno per consentire ai presenti la migliore esperienza possibile.

Bravi!

Ma cosa è EuroPython?

Decine e decine di talk, training, presentazioni, approfondimenti sul nostro linguaggio di programmazione preferito. Chi usa Python per la sua attività, sviluppatori a caccia di aggiornamento, curiosi, tutti sono benvenuti alla conferenza, che quest'anno ha toccato le 800 presenze dal 2 al 6 Luglio. Molte le attività parallele, le occasioni per fare network, e anche per rivedere vecchi amici e scambiarsi qualche sincera pacca sulla spalla.

Python è rigoglioso, come ho avuto modo di sentire direttamente da Steve Holden, membro del Board della Python Foundation internazionale, e come dimostrato dai numeri della conferenza.

Abstract all'EuroPython

Quest'anno abbiamo partecipato insieme ad Antonio, Bruno e Simone, presentando tre talk piuttosto rappresentativi della nostra realtà:

Le slide sono già online, insieme alle registrazioni video.

Qualche Incontro Inatteso

Sebbene la track italiana fosse "per pochi intimi", i talk che ho presentato hanno ricevuto una platea interessata e attenta.

Tra i vari commenti voglio ricordare quelli di un paio di ragazzi che si occupano di pubblicazione di contenuti multicanale usando Django come base. Edoardo e Francesco sono rimasti piuttosto colpiti dalle possibilità che si aprono quando si dispone di una piattaforma orientata ai contenuti come Plone. A loro consiglio di dare uno sguardo alla presentazione su mobile e multicanalità che il nostro amico Raffaele Boiano ha tenuto al Plone Day di quest'anno: cosa c'entra quella presentazione al Plone day? Semplicemente Plone è uno strumento molto adatto a costruire il tipo di soluzione necessario ad ottenere COPE (Create Once, Publish Everywhere).

Altra interessante conversazione quella con Christian e Manuela, specialisti di Magnolia e appassionati del mondo Python. Il fatto di essere specialisti della gestione contenuti basata su Java ha permesso di scambiarci diverse idee, e ho apprezzato molto il loro interessamento "qualificato" per Plone. Spero di poterci incontrare di nuovo, e magari di arrivare a costruire insieme qualcosa di utile per contaminare un po' i nostri due mondi..

Quali talk ho seguito?

Pochi.. come al solito molti meno di quelli che avrei voluto! :)
Torno però a casa senza voce, per le ore accumulate a parlare con tutti i miei vecchi e nuovi amici che solo in queste poche occasioni posso incontrare di persona.. Oltre ad aggiornarci a vicenda su come va la vita in generale, ho potuto:

  • capire meglio come aumentare la collaborazione tra i vari siti plone "nazionali"
  • spingere per migliorare la "situazione" della documentazione Plone
  • avere qualche informazione "informata" sulle aziende più visibili della comunità Plone
  • scambiare qualche parola con chi il mondo plone lo ha lasciato da un po', per cercare di capirne i motivi (e scoprire che di volta in volta sono diversi, e non necessariamente quelli che uno si potrebbe aspettare)
  • distribuire quasi cinquanta magliette Plone "del decennale", dovendo dire no a diversi pythonisti che avrebbero voluta indossarne una (con qualche ovvia eccezione, se date uno sguardo in basso a sinistra nella foto qui in basso.. ;))
  • cenare con trenta plonisti a suon di fiorentina
  • leggere un tweet di un pythonista che riconosce il nostro sforzo nell'essere presenti, validandolo (in nuce: prima di #europython pensavo che Plone fosse praticamente morto!!)

Tanto altro che non sto a registrare in questo log, come le lunghe discussioni finalmente di persona con Érico Andrei, mio collega di Board: quattro giorni su un calendario sembrano pochi, ma quando li vivi con l'intensità di queste conferenze sono densi di occasioni ed esperienze.

EuroPython 2012 Plone Group

 

 

MORE PICTURES HERE!! -> http://miziodel.openphoto.me/photos/album-1/list

 

Propositi per il futuro

Lo scorso anno con Armin ci promettevamo di fare quel che sarebbe stato possibile per rendere Plone più visibile all'EuroPython 2012, e tutto sommato dovremmo esserci riusciti: nonostante quel che si potrebbe credere, molto plonisti incalliti ci tengono ad essere all'EuroPython, a mescolarsi con gli altri, e magari ad invitarli ai nostri meeting e conferenze.

Il prossimo anno sarebbe fantastico aumentare la partecipazione *attiva* dei plonisti ad EuroPython, che si terrà ancora a Firenze, e che già quest'anno ha dato un contributo tangibile con un helpdesk Plone che ha avuto i suoi frequentatori e una intranet per i materiali della conferenza basata su Plone grazie all'ottimo lavoro di Wyn Williams di Devaus e dei suoi wifi-boys.

Come si potrebbe fare?

Cercando di organizzarci per avere un tavolo Plone sin dai prossimi mesi, portando un numero ancora maggiore di proposte Plone per i talk (solo i miei e quello del mio amico Érico quest'anno sono riusciti ad ottenere l'interesse degli iscritti votanti), aumentando il numero di attività (magliette per tutti?! :D) per far sapere che ci siamo e siamo felici di accogliere nuovi pythonisti, quando quello di cui hanno bisogno per risolvere i loro problemi si chiama Plone! :)

 

AL PROSSIMO ANNO!!!

Share this on

Share |

On same topics

Commenti

comments powered by Disqus