Google Plus e i brand: un nuovo sodalizio?

Google+ aprirà le porte ad imprese e brand, introducendo pagine aziendali dedicate. Scopriamo come e...perché.

Sono trascorsi 3 mesi dall’arrivo nel neo Social Network marcato Google (Google+) e, insieme a nuovi utenti, già arrivano polemiche e odiosi cavilli!

Numerosi gli iscritti (oltre 25 milioni di utenti) e, ovviamente, risulta sempre più allettante l’opportunità per imprese e brand di “pescare” nuovi clienti, creando falsi profili utilizzando il loro marchio come nome utente.
Ma Google+ non era ancora aperto a questa possibilità.
Christian Oestilien, project manager Google+, ha così diffuso una buona notizia (qui il suo post): la Mountain View sta lavorando ad una piattaforma specifica per le aziende, dove saranno presenti strumenti Google utilissimi e già apprezzati da molti (su tutti troneggia AdWords).
Questo dovrebbe placare gli animi di tutte quelle aziende che spingono per avere un posto al sole all’interno
dell’ Oceanico Mondo dei Social Network.

Una mossa che permetterà di evitare il tipico mix caotico di profili fake e non che, già colpì colossi Social come Facebook, FourSquare e Buzz.

Le aziende potranno entrare in Google+ ma solo se accetteranno di rispettare le policy attuali del neo Social Network, avendo la pazienza di aspettare

Come “punire” i colpevoli?
Le policy di Google+ prevedono ad oggi esclusivamente profili di persone non di brand.
Ma attenzione: essere “beccati” dai Social Manager Google non comporterà la chiusura dell’account gmail! L’utente riceverà un semplice e chiaro avvertimento: cambia nome o ci saranno future conseguenze. Un modo di agire decisamente più morbido, rispetto alle azioni un po’ più dure di altri canali Social.
Spinta dalla curiosità ho provato a cercare vari brand all’interno del motore di ricerca di Google+: ad ora sono riuscita a trovare Motorola e Burger King come 2 brand "pirata".
E voi?

Fonti:

http://adage.com/article/digital/google-lays-groundwork-business-profiles/230036/
http://www.marketingmilano.net/2011/07/15/google-plus-per-le-aziende-perche-essere-solo-social-meglio-essere-anche-business/

Share this on

Share |

On same topics

Commenti

comments powered by Disqus