CMS: il portale web dell'Università di Bologna.

Gli studenti dell'Ateneo di Bologna hanno un altro luogo di ritrovo: il suo portale.
Un nuovo modo di vivere l’Università, essere in contatto con i Docenti e gestire i documenti didattici.

Scopri di più

Cosa ci è stato chiesto

La richiesta del cliente prevedeva la revisione tecnologica e funzionale del precedente portale universitario, integrando e supportando il CeSIA (Centro Servizi Informatici d’Ateneo) a fronte dell'importante impegno organizzativo, progettuale e implementativo del personale UniBO.

L’obiettivo era la realizzazione e la predisposizione, tramite tecnologia Plone, della struttura di un nuovo sistema per la gestione di contenuti web.

La storia dell'Università di Bologna

La più antica università del mondo occidentale, l’Università di Bologna viene fondata al termine del XI secolo. Da allora, l’ateneo si è affermato come uno tra i più prestigiosi e popolati sul panorama italiano. In base alla classifica stilata ogni anno dalla Guida Censis, la qualità e la funzionalità dei servizi web offerta dal portale universitario risulta di altissimo livello.

I numeri di Unibo:

  • 86.014 studenti
  • 33 dipartimenti
  • 209 corsi di laurea
  • 3,5 milioni di accessi mensili al sistema
  • 628,33 milioni di € a bilancio 2012
  • Fonte dati 2013 da unibo.it

Cosa abbiamo utilizzato

Application layer

System layer

Le sfide

1

Iterazioni brevi

Ci siamo interfacciati al team CeSIA in iterazioni della durata di circa 2 o 3 settimane l’una, direttamente con il nostro personale presso la sede del cliente.

2

Specifiche provenienti da terze parti

Il nostro ruolo di partner tecnologico ha implicato l’adattamento a specifiche stilate dal cliente, che potevano essere soggette a variazioni non prevedibili.

3

Componenti sperimentali

Si è scelto di puntare sul futuro di Plone, utilizzando le più innovative tecnologie che solo di recente si sono affacciate nel panorama di quello che il CMS può offrire.

4

Design e Sviluppo separati

Dovevamo integrare nel CMS le grafiche per le differenti tipologie di template, caratterizzati da un design responsivo. Normalmente i gruppi di programmatori e designers lavorano in sequenza, in questo caso la difficoltà risiedeva nel fatto che operavano in sovvrapposizione, dovendo ricalibrare continuamente i loro risultati e impattando reciprocamente sul loro lavoro.


Chi ci ha lavorato

Team Abstract

Avatar di Vincenzo Barone
Vincenzo Barone
Account
Avatar di Maurizio Delmonte
Maurizio Delmonte
Project Manager
Avatar di Giorgio Borelli
Giorgio Borelli
Developer
Avatar di Simone Deponti
Simone Deponti
Developer

Cosa abbiamo fatto

Lavoro di squadra.

Abbiamo affiancato il gruppo CeSIA nel processo di implementazione, collaborando fianco a fianco con l’obiettivo di raggiungere la loro completa autonomia a progetto ultimato. Per questo sono stati predisposti diversi momenti di confronto sulle rispettive competenze, aiutando i team a raggiungere la giusta sintonia.

Lavoro di squadra tra Unibo e Abstract

Tempi rapidi: Diazo e il front-end

Grazie all’utilizzo della componente Diazo è stato possibile separare le logiche applicative dal template statico. Questo ha consentito di ottenere un’interfaccia utente costruita con criteri di responsività in tempi più rapidi.

Come funziona Diazo

Back-end: un senso di familiarità

Nello sviluppo delle logiche dietro alla gestione del nuovo portale è stata data importanza al modo in cui le persone si approcciavano a quello precedente. Nel back-end sono quindi state realizzate sezioni molto profilate, cercando di adattare gli strumenti forniti di base dal cms per poter acconsentire il focus sulla user experience degli editor nella gestione dei contenuti.

Particolare del back-end sul CMS di unibo

Guarda gli altri case study.


Cosa possiamo fare per te?

I nostri case study non sono il risultato di una soluzione a pacchetto ma di un metodo che aggiunge valore al software. Guardiamo i progetti da un'altra prospettiva, per questo possiamo aiutarti a migliorarli.

Scopri i nostri servizi